A Valeria…

Domani sera succede questo: la passo a prendere alle 19, ceniamo al Cul de Sac alle 20.45 (ho già prenotato, facendo anche una figura di merda) e alle 23 si fa un salto al Gilda (ho già confermato l’invito). Ora, a parte la crisi isterica di cui sono protagonista, che mi metto addosso? E poi, riuscirò a non sbagliare strada? … Continua a leggere

Stefania…

Stefania… quale tentazione. Disarticolato da una giornata di lavoro, torno alle cose belle dell’anima. Nel momento in cui rivolgo le mani alla tua attenzione e mi scorrono nelle orecchie i ritmi di un vecchio disco dei Simply Red. Musica, musica, musica, datemi tutti i battiti del mondo e del mondo farò una spianata jazz. Una nota, un’altra, una pausa, una … Continua a leggere

Si torna in Italia…

Il freddo moscovita di un gennaio di più di 80 anni fa. Era il gelo il protagonista del funerale di Lenin. Il ghiaccio che stacca la pelle e che si attacca alle baionette. Ora che l’Operazione mummia può dirsi compiuta, è necessario andare oltre. Sposterò la linea dell’orizzonte sull’Affaire Tenco. Sangue sul Festival di Sanremo. E’ tempo di partire…